abbigliamento da lavoro

Consigli per l’abbigliamento professionale e per il lavoro

Con il termine “Business Casual” ci riferiamo all’abbigliamento professionale adatto il più delle volte all’ufficio. L’abbigliamento professionale è un modo di vestirsi più casual rispetto al tipico abbigliamento da lavoro. Al giorno d’oggi un adeguato abbigliamento da lavoro è molto richiesto. Infatti molti sono i datori di lavoro che scelgono un abbigliamento professionale per i propri dipendenti, in modo che questi possano sentirsi più comodi durante le ore lavorative ed avere più sicurezza, attraverso la scelta del proprio abbigliamento per il lavoro.

L’abbigliamento business casual per uomini prevede la scelta di camicie con colletto, che devono essere infilate nei pantaloni ed essere abbinate a cinture appropriate. Una cosa positiva dell’abbigliamento business casual è che questo non prevede l’utilizzo della cravatta, quindi, più comodità. Inoltre, l’abbigliamento professionale prevede l’utilizzo di polo, ma non si devono scegliere quelle da golf. Sono accettate anche le camicie bianche con bottoni sul colletto, che sono considerate le più formali. Inoltre è da ricordare che, a differenza dei pantaloni, si possono indossare camicie di diversi colori, come rosse, blu ed anche rosa. Per l’abbigliamento professionale sono sconsigliati indumenti in seta, lino e seta sintetica poiché scomodi, ma è possibile indossare anche capi di lana, anche se si consiglia di indossare una camicia per esempio sotto i maglioni, poiché questo tessuto punge.

Inoltre è bene ricordare che la camicia deve presentare una fantasia regolare e più formale, escluse le fantasie scozzese, popline, hawaiane od irregolari, che sono considerate troppo informali. Invece per quanto concerne i pantaloni da scegliere per un abbigliamento da lavoro professionale, si consiglia di optare per i kaki, eleganti o pantaloni in velluto, escludendo i jeans che sono appartengono all’abbigliamento professionale. La scelta migliore è quella dei pantaloni più scuri e con piega, rispetto quelli lungi a sigaretta, proprio perché sono più formali ed eleganti. Oltre ciò, si consiglia di indossare pantaloni lunghi che arrivino alle scarpe, ed evitare quelli troppo corti e con risvolto sul piede, perché sono sciatti ed informali. Inoltre è bene evitare i pantaloni troppo colorati, o con colori accesi, evitare anche i pantaloni bianchi e scegliere quelli più scuri come neri, grigi, verde scuro, kaki e così via. Per di più, si consiglia di abbinare la camicia con un gilet o maglioni, preferibilmente con collo a “V” che sono perfetti con il collo della camicia. Invece i maglioni a dolcevita si possono abbinare ad una giacca, senza camicia, in modo da avere un look più raffinato. Oltre ciò, per un abbigliamento professione, è possibile optare per un paio di scarpe in pelle, mocassini o scarpe con lacci, rispetto alle scarpe da palestra.

Per la tinta delle scarpe, si consiglia di restare sempre su colori scuri. Inoltre è necessario studiare bene gli indumenti che non devono essere indossati per un abbigliamento professionale. Quindi, quelli da evitare sono: sandali, scarpe da ginnastica, scarpe aperte come le infradito, maglie sportive, giacche sportive, felpe e calzini da palestra. Sono anche esclusi i pantaloncini ed i pantaloni a tre quarti e pantaloni aderenti, davvero informali. Invece, per quanto concerne l’abbigliamento professionale da donna, possiamo affermare che sono formali ed accettabili soltanto le gonne ed i vestiti dotati di orlo sotto il ginocchio. Quanto ai colori, per un abbigliamento professionale da donna, anche in questo caso sono indicati i colori scuri. Da evitare gonne con spacchi vertiginosi, vestiti aderenti ed occhiali da sole. Da preferire pantaloni in velluto, kaki, in lino o quelli del tailleur. Inoltre si consiglia di abbinare un bel pantalone ad una bella camicia. Evitare i jeans, soprattutto quelli con buchi, toppe etc. Ma preferire pantaloni da donna che sono più larghi e non aderenti. Quanto alle camicie, possiamo affermare che per le donne c’è più scelta diversamente dagli uomini. Ma si consiglia di scegliere qualcosa di più classico, evitando camicie troppo scollate. Sono accettate anche fantasie più strane, ma si devono evitare quelle troppo selvagge. Invece, per quanto riguardano le scarpe da donna per un abbigliamento professionale, si consiglia di optare per scarpe in pelle, alte o basse ed aperte, ma devono essere evitare le infradito, i sandali e le scarpe da palestra. Tacchi alti ok, ma non eccessivamente alti. Inoltre si consiglia di completare l’abbigliamento da lavoro da donna con accessori e bigiotteria di gusto abbinati ad una semplice borsa, non ingombrante.